2005-2006

relazione alunni sulll'incontro di progetto di Elk 2006

PROGETTO COMENIUS 1 A.S. 2005-06

Gli alunni partecipanti all’incontro di progetto di Elk raccontano in queste pagine le loro emozioni, impressioni ed opinioni sull’esperienza del tutto nuova, alla quale hanno partecipato grazie al progetto Comenius. La permanenza in un paese come la Polonia, l’ospitalità della scuola e delle famiglie degli alunni polacchi resteranno per loro un’esperienza indimenticabile dal punto di vista formativo ed umano.

Relazione sulla visita ad Elk dal 30/04 al 04/05/2006

  • 1. Rapporto con i compagni
  • 2. Rapporto con la propria città, vita sociale (sport, associazioni, tempo libero)

1. Grazie al viaggio fatto in Polonia abbiamo potuto conoscere nuovi stili di vita. Il rapporto tra compagni è molto più stretto confrontandolo con il rapporto che abbiamo noi con i nostri . Infatti abbiamo potuto constatare che il loro legame di amicizia è molto più confidenziale e per questo vanno tutti molto d’accordo, a differenza di quanto avviene da noi. Naturalmente ci sono anche delle eccezioni che portano alla creazione di gruppetti, che a loro volta, vanno d’accordo fra di loro ma non con gli altri. Sono molto generosi fra di loro ed hanno grande spirito di iniziativa infatti organizzano sempre qualcosa di nuovo e divertente che coinvolge tutti.

2. Il rapporto con la propria città è improntato al massimo rispetto. Infatti, per strada, non si trovavano neanche le cicche delle sigarette o delle carte di caramelle. Per ogni angolo di strada si trovava un cestino con un apposito posacenere. Nessuno dei polacchi che ci ospitava praticava volontariato, ma tutti avevano un hobby o praticavano uno sport a livello agonistico. In quasi tutti i quartieri era presente uno spazio adibito allo sport (calcio, basket, palla a mano, tennis, ecc.. ). In città vi erano molte zone verdi, infatti era cosparsa di alberi e aiole ben curate e era anche circondata da un bellissimo lago (peccato che faceva freddo altrimenti ci saremmo fatti un bagno). Concludendo, ci siamo divertiti, però dobbiamo fare una considerazione, ossia, che il cibo italiano è unico al mondo! Speriamo di tornarci questa estate!!!!!!!!!!

Francesco Pozzato Angelo Dell’Aquila Tommaso Pavone

 


La scuola

Il viaggio del progetto Comenius in Polonia a cui ci è abbiamo partecipato è stato fantastico per noi ma soprattutto è stata una grandiosa esperienza di vita che ci ha anche arricchiti culturalmente. Attraverso questo viaggio siamo riusciti ad apprendere alcune caratteristiche del sistema scolastico polacco. La durata delle lezioni scolastiche è leggermente superiore alla nostra, ma ciò che interessa di più, e che è bene evidenziare, sono le caratteristiche che differenziano il sistema scolastico polacco dal nostro:

 

  • anziché essere i docenti a spostarsi di ora in ora nelle varie aule, sono i ragazzi a raggiungere le classi che appartengono ognuna ad un professore;
  • le lezioni durano solo quarantacinque minuti; 3 dopo ogni lezione i ragazzi hanno a disposizione dieci minuti per rilassarsi o eventualmente consumare la merenda. Purtroppo non siamo riusciti a scoprire molto sulla vita scolastica poiché la scuola è rimasta chiusa nei giorni di nostra permanenza.

 

Cassano Marco e Mossa Domenico della 2^C

Il tempo libero

In Polonia, proprio come in Italia, i ragazzi hanno l'abitudine di trascorrere il tempo libero con gli amici. infatti, una volta usciti da scuola e, dopo aver terminato i compiti, i ragazzi di Elk trascorrono la restante parte del pomeriggio insieme. I ragazzi, di solito, si incontrano al centro sportivo del paese per giocare prevalentemente a basket, ma anche a calcio. Le ragazze, invece, si incontrano intorno alle 17:30 a casa, leggono giornali di teenager, navigano in internet ed escono in città, per fare shopping. Un altro elemento in comune è il modo di trascorrere le serate; anch'essi hanno l'abitudine di frequentare pub e locali, però ci sono delle differenze legate ai loro orari: infatti, i ragazzi polacchi sono soliti uscire verso le 19:30 e rientrare non oltre le 22:00, soprattutto in settimana. Un ulteriore incentivo che spinge i ragazzi a frequentare i locali è che possono ordinare bevande alcoliche che diversamente non possono acquistare.

Michele Laterza, Serena Ladisi, Annalisa de Bellis 2C 2005-06

3B-I questionario Teorema - Interview with Teorema

LA GESTIONE INTELLIGENTE DEI RIFIUTI CREA REDDITO

AN INTELLIGENT MANAGEMENT OF WASTE CREATES PROFIT..

Nell’ambito del progetto Comenius ci siamo interessati alla tutela dell’ambiente. Il nostro interesse riguardava soprattutto i risvolti occupazionali che può determinare un’attività economica volta al riciclaggio dei rifiuti derivanti dalla raccolta differenziata. A questo proposito ci siamo recati in visita aziendale presso la TEOREMA, un’azienda che si occupa di stoccaggio di rifiuti quali carta, plastica, vetro, per il trattamento di rifiuti pericolosi quali batterie esauste, che contengono piombo, amianto e fanghi industriali. Abbiamo incontrato l’addetto alle pubbliche relazioni, sig. CARETTA e il manager sig. COLAFEMMINA a cui abbiamo rivolto alcune domande.
In occasion of our Comenius Project we dealt with environment protection. Our interest focused, above all, on the job consequences that can be produced by an economic activity directed to the recycling of waste coming from separate collection. To this purpose we visited the firm “ TEOREMA”, a firm dealing with the stocking of waste such as paper, plastic, glass and with the processing of dangerous waste such as exhausted batteries containing lead, asbestos and industrial muds. We met the responsible for public relations, Mr. Cardetta and the manager Mr. Colafemmina whom we asked some questions.

1. Come nasce questa azienda? Perché si chiama T.E.O.R.E.M.A.?

T.E.O.R.E.M.A. nasce nel 1983 inizialmente come azienda di trasporto di rifiuti; questi venivano portati in discariche (grosse buche protette). In seguito l’azienda si specializzò nello stoccaggio provvisorio. Il nome T.E.O.R.E.M.A. è l’acronimo di: T= trasporto E= ecologia O= opere R= recupero E= energetico M= manutenzione A= ambiente

1- How was this company born? Why is it called T.E.O.R.E.M.A.?

TEOREMA was born in 1983, at first as waste transport company, this waste was brought into landfill sites (large protected holes). Later the company specialised in the temporary stock. TEOREMA is acronym of: T= Trasporto - Transport E= Ecologia - Ecology O= Opere - Works R= Recupero - Recovery E= Energetico - Energetic M= Manutenzione - Maintenance A= Ambiente - Environment

2. Di che cosa si occupa?
L’azienda T.E.O.R.E.M.A. si occupa dello smaltimento e del trattamento dei rifiuti. I rifiuti sono selezionati in: - rifiuti urbani (carta, vetro, plastica e alluminio) - rifiuti speciali pericolosi (es. amianto) - rifiuti speciali non pericolosi (es. batterie d’auto, pile) - rifiuti radioattivi o esplosivi.

2- What does it deal with?

The TEOREMA deals with waste disposal and waste processing. The waste is selected in: - urban waste (paper, glass, plastic and aluminium) - special dangerous waste (e.g. Asbestos) - special non-dangerous waste (e.g. Car batteries, batteries) - radioactive or explosive waste.



3. Qual è il tasso di diffusione dei rifiuti differenziati?
La regione Puglia si era proposta di raggiungere l’obiettivo del 35% di diffusione della raccolta differenziata entro dicembre 2003. Questo obiettivo non è stato raggiunto in quanto in Puglia il tasso di diffusione è del 7-8%; ad Acquaviva il tasso scende al 5-6%

3- What is the rate of diffusion of separate collection?
The region Apulia aimed at reaching 35% of diffusion of separate collection within December 2003. This objective hasn’t been reached since in Apulia the rate of diffusion is just 7-8%; at Acquaviva the rate falls to 5-6%.

4. Di cosa c’è bisogno per incentivare la raccolta differenziata?
Per incentivare la raccolta differenziata, il comune potrebbe mettere a disposizione dei cittadini, dei raccoglitori per la raccolta differenziata più comodi e numerosi. Inoltre, potrebbe essere utile la raccolta a domicilio.

4- What is needed for boosting the separate collection?
In order to boost separate collection, the city council could put at the citizens’ disposal some more comfortable and more numerous containers for separate collection. In addition the door-to-doors collection could be useful.

5. In che cosa si trasformano i materiali riciclati?
I materiali riciclati sono trasformati in nuovi prodotti: - la carta viene trasformata in carta da imballaggio, da una cartiera che si trova in Campania; - la plastica viene trasformata in imballaggi, arredo urbano, tessuto pile; - il piombo contenuto nelle batterie delle auto viene rigenerato e riutilizzato per fare nuove batterie, con un risparmio sulla bilancia commerciale, in quanto l’Italia è importatrice di piombo.
5- What are recycled materials transformed into?
Recycled materials are transformed into new production: paper is transformed into packaging paper by a paper mill in Campania (the region bordering with Apulia); plastic is transformed into packaging, street furniture, “pile” fabric; the lead contained in car batteries is regenerated and reused to make new batteries, with a saving on the balance of trade, since Italy is importer of lead.


6. Quanti dipendenti ha l’azienda?
Questa azienda ha 60 dipendenti; molti tra questi sono extracomunitari e ex detenuti in quanto il tipo di lavoro che si svolge in questa impresa non è socialmente attraente.
6- How many employees has the company gotà
It has got sixty employees, many of them are immigrates form countries outside EU and former prisoners, since this kind of work isn’t socially appealing.

7. Ci sono dei dipendenti specializzati? Se si in cosa?
Per quanto riguarda la selezione e lo stoccaggio dei rifiuti, non c’è bisogno di avere grandi competenze; quindi da noi lavorano appartenenti a categorie sociali svantaggiate come stranieri ed ex detenuti. Ci sono però figure professionali specializzate come chimici e personale qualificato grazie a corsi riguardanti il procedimento di bonifica dei fanghi organizzati dalle ASL.
7- Are there any specialized workers?
What are they specialized in? As for selection and storing of waste there is no need to have big skills; so people belonging social unprivileged the categories such as foreigners and from prisoners work for us. However there are skilled employees such as chemicals, qualified staff thanks to courses about presses of reclamation of mud, organized by ASL (council local health agencies).

8. Gli impianti sono di facile reperimento?
Gli impianti sono sottoposti a molti controlli da parte delle autorità sanitarie, dai comuni e dai vigili del fuoco, per questi motivi possiamo affermare che essi sono facilmente reperibili ma estremamente costosi per le procedure burocratiche a cui sono sottoposti.
8- Is it easy to find the plants?
The plants undergo a lot of controls, by health authorities coming from cities councils, and firemen. That’s why we can say that it is easy to find the plants but they are extremely expensive, due to bureaucratic procedures which they undergo.

9. Qual è il capitale sociale di questa azienda?
Il capitale sociale è di un milione di euro; da ciò si può evincere che T.E.O.R.E.M.A. è un’impresa medio-grande.
9- What is the stock capital of this company?
The stock capital is one millions euro; therefore TEOREMA is a small middle-size company.

10. Qual è il territorio interessato alla raccolta differenziata di questa azienda?
Il territorio interessato comprende 15 paesi limitrofi nel territorio pugliese come Acquaviva, Gioia del Colle, Cassano, Adelfia, Sannicandro ecc…
10- Which is the area covered by this company for the separate collection?
The area involved includes 15 neighbouring villages in the Apulian territory such as Acquaviva, Gioia, Sannicandro, Adelfia, etc…

3A-I Intervista alla guardia forestale- Interview mit den Förstern

1. Quali sono i vostri compiti? Welche sind eure Aufgaben?
I nostri compiti sono controllare: la foresta, le piante, la caccia,la pesca e l’edilizia.
Unsere Aufgaben sind die Kontrolle: des Waldes, der Pflanzen, der Jagd, der Fischerei und des Bauwesens

 

2. Qual è il vostro obiettivo principale? Welches ist euer Hauptziel?
Il nostro obbiettivo principale è salvaguardare l’ambiente.
Unser Hauptziel ist die Umwelt zu schützen.

3. Cosa vi ha spinto a scegliere questo lavoro? Was hat euch dazu gebracht, diese Arbeit auszuwählen?
Abbiamo scelto questo lavoro, perché abbiamo molto interesse per la natura.
Wir haben diese Arbeit ausgewählt, weil wir Interesse an der Natur haben .

4. Quali qualità bisogna avere per fare questo lavoro? Welche Begabungen muss man für diese Arbeit haben?
Per fare questo lavoro bisogna avere un diploma scolastico o universitario, soprattutto per le materie scientifiche e informatiche ed una buona cultura generale.
Man muss einen Oberschul- oder einen Universitätsabschluss, besonders in den Wisseschaftlichen Fächern oder in Informatik und eine gute allgemeine Kultur haben

5. Quale percorso bisogna seguire per entrare a far parte al corpo forestale? Welchen Weg muss man beschreiten, um als Förster zu arbeiten?
Bisogna partecipare a un bando di concorso.
Man muss an einem Wettbewerb teilnehmen.

6. Quali sono i vostri luoghi di perlustrazione? Welchee ist euer Erkundungsbereich?
La nostra circoscrizione è composta dai seguenti comuni: Acquaviva, Sammichele,Turi,Casamassima e Rutigliano.
Unser Erkundgsbereich sind die Geimeinde Acquaviva, Sammichele, Turi, Casamassima e Rutigliano


7. Quali sono i vostri mezzi di trasporto? Welche sind eure Fahrzeuge?
Il nostro mezzo di trasporto è il fuoristrada.
Wir haben einen Gelandewagen.

8. Quali sono i reati più frequenti? Welche sind die häufigsten Umweltsünden?
Il reato più frequente è l’ incendio. Die häufigste Umweltsünde ist der Brand.

 

9. È aumentata la deforestazione?Hat die Entwaldung zugenommen?
No, la deforestazione non è aumentata . Die Entwaldung hat nicht zugenommen

10. Quali sono gli animali in via di estinzione? Welche sind die Tieren im Aussterben?
Gli animali in via di estinzione sono: il fagiano e la lepre.
Die Tieren im Aussterben sind: der Fasan und der Hase

11. Cosa possono fare i cittadini per collaborare con voi? Was können die Bürger tun, um mitzuhelfen?
I cittadini possono chiamare il numero verde 1515.
Die Einwohner können die kostenlose Rufnummer 1515 anrufen.

4A-I Ecomafia

ECOMAFIA The problem of waste disposal

Quantities: Total amount of waste = 100 billion t. Illegal disposal = 30 billion t. Costs: The illegal waste disposal is 10 times less expensive than the legal one

2) ITALIAN CONSTITUTION

?Art. 53 Up to 3 years of prison for everyone who makes an illegal disposal of waste.

3) CURRENT AFFAIRS: ? Tommaso Sodano, member of the waste disposal committee, said that the main target to achieve is the fight to illegal waste disposal. It is necessary to increase the administrative power of districts and to create a better legislation concerning the environment. But the “Pitellis case” and the “Red Jolly case”, show that the system doesn?t work properly. The situation is serious and we feel worried about it.


 

4)

5)

6) 40% OF 250.000 ENVIRONMENTAL CRIMES IN :

IN ITALY:

  • 4,5 m? of unauthorized buildings (2,7 billion €)
  • 26.000 (32,6%) environmental crimes

 


7) DEVELOPMENT OF A MODEL SIMULATING THE PROCESS OF INCINERATION The incineration of waste is a process of combustion that degrades the organic substances. INCINERATION SYSTEM :

8) SECTION OF AN INCINERATION SYSTEM: ? Stock : the waste is unloaded from the means of transport used to collect it with a special equipment. ? Drying room : the waste is dried. ? Breaking : the waste is broken into small pieces and mixed up. ? Feeding the oven : the waste is sent into the oven. ? Combustion room : with grids and steps. ? Rotating oven : a rotating device mixes the waste up. ? Room of post -combustion : the combustion of smokes is completed ? Devices recovering energy : in modern systems of incineration. ? Devices preventing pollution.

9)


10)

11)

?

12)

1A L'Alta Murgia - The Alta Murgia

L'Alta Murgia
Quest’anno ci siamo soffermati ad analizzare i parchi e in particolare quello più recente dell’Alta Murgia. Abbiamo ritenuto opportuno approfondire ulteriormente questa tematica nell’ambito del “Progetto Comenius”, illustrato dalla nostra docente d’inglese, con lo scopo di rendere note le bellezze e le ricchezze che caratterizzano la nostra regione Puglia. Il lavoro, è stato articolato con l’ausilio della nostra docente di scienze che lo ha suddiviso in vari spazi operativi coinvolgendo l’intera classe. Ogni gruppo ha approfondito argomenti riguardanti: l’origine della nostra regione e le caratteristiche geografiche, geologiche e naturalistiche del territorio dell’Alta Murgia.
The Alta Murgia
This school year we studied topics related to the environment and the National Parks, in particular the “Park of Alta Murgia”. With this work we wish to let you know about the beauty and the richness of this part of Apulia. We worked with our Sciences teacher, who divided our class into groups. Each group was involved in examining a particular aspect: the origin our region, the geographical and geologies features of Alta Murgia.

 

DEFINIZIONE DI UN PARCO NAZIONALE
Il parco nazionale, o area protetta, è un territorio pubblico o privato istituito da enti pubblici, dallo Stato e dalla Regione destinato a conservare, per fini scientifici, culturali e ricreativi, le risorse e gli aspetti naturalisti.
DEFINITION OF NATIONAL PARK:
A National Park, or protected area, is a public territory, or a private area managed by the State or the Region, in which the natural resources are preserved for scientific and cultural purposes.



In Puglia troviamo due parchi; uno di questi è quello della Murgia. E’ bene, quindi, sapere che la Puglia si è formata 130.000.000 di anni fa nell’ era mesozoica caratterizzata dalla presenza di calcari e argille. I calcari derivano da sedimenti accumulatisi in un ambiente marino che formò una piattaforma al di sotto del livello del mare. 65-70 milioni di anni fa, emersero tre blocchi il Gargano, le Murge e le Serre Salentine. Solo 30-40 milioni di anni fa cominciarono a formarsi le rocce argillose il cui materiale proveniva dall’erosione delle montagne. Nell’era neozoica i depositi argillosi d’origine fluviale andarono a riempire lo spazio fra il Gargano e le Murge dando vita al Tavoliere delle Puglie. L’attuale territorio pugliese è prevalentemente pianeggiante. In base all’altitudine e alla natura dei terreni, il territorio pugliese può essere distinto in una decina di sub – regioni: partendo da nord, troviamo il Gargano, il Tavoliere Foggiano, il Sub – Appenino Dauno, la striscia da Barletta a Torre Canne, la premurgia barese, la Murgia dei Trulli, L’alta Murgia, la Murgia Salentina, la Piana Tarantina, il Tavoliere Salentino e le Serre Salentine.


In Apulia there are two parks: one of these is the “Park of Alta Murgia”. Apulia was formed 130.000.000 years ago in the Mesozoic Age whose main feature was the presence of limestone and clay. Limestone was created by sea sediments which formed a platform under the sea level. 65-70 million years ago some parts of this platform began to emerge, in particular three blocks: the Gargano, the Murge, the Serre Salentine. The clay rocks deriving from the erosion of mountains began to form only 30-40 million years ago. During the Neozoic Age the clay sediments of rivers filled the space between the Gargano and the Murge thus forming the Tavoliere delle Puglie (Plain of Apulia). The present landscape of Apulia is mainly flat. The territory of Apulia may be divided in ten sub-regions on the basis of the altitude and the nature of the soil: starting from the North: Gargano, Plain of Foggia, the Dauno sub-appennine, the strip from Barletta to Torre Canne, the Pre-Murgia of Bari, the Murgia of the Trulli, the High Murgia, the Murgia Salentina, the plain of Taranto, the Salentina plain and the Serre Salentine.



Le Murge costituiscono un tavolato calcareo che si estende a sud del tavoliere, declinando con successivi ripiani ad est verso il mare Adriatico. Manca nella regione, qualsiasi corso d’acqua, mentre è presente una ricca circolazione idrica sotterranea, di conseguenza, si hanno numerosi fenomeni di carsismo: il più spettacolare è rappresentato dalle Grotte di Castellana. La popolazione, piuttosto scarsa, vive in gran parte nelle campagne, anziché nei centri urbani. I centri più abitati sono: Alberobello, Altamura, Gravina in Puglia, Gioia del Colle, Ruvo di Puglia e Acquaviva delle Fonti che come dice il suo nome, è una zona ricca di falde acquifere. L’economia si basa sulle culture legnose (viti, uliveti, mandorleti e alberi da frutta). La zona della Murgia, viene chiamata anche “Murgia dei trulli”, questo perché nella zona sono presenti tipiche abitazioni rurali dette trulli. La forma di queste abitazioni rurali è particolare perché è circolare e ha una copertura conica. I trulli sono soprattutto presenti ad Alberobello e Martina Franca che costituiscono la zona della “Valle d’Itria”. Nella zona è presente l’Alta Murgia che si estende per più di 90.000 ettari tra la costa adriatica e i rilievi lucani.

 

The Murge are a limestone platform in the south of the Tavoliere (plain of Foggia) declining toward the Adriatic Sea to the east. There are no rivers but there are a large number of underground water courses: that is why there are several phenomenons of karstification as the Castellana Caves. The area is scarcely populated and the inhabitants live in the country rather then in towns. The most densely populated towns are Alberobello, Altamura, Gravina in Puglia, Ruvo di Puglia and Acquaviva delle Fonti: the name Acquaviva (springing water) derives from the presence of a large number of underground water sources. The economy is based on the cultivation of trees (vines, olive trees, almond trees, fruit-trees). The territory of Murgia is also called "Murgia dei Trulli" after the presence of a particular kind of country buildings, the "Trulli". These buildings have a round shape with a roof shaped as a cone. The trulli are concentrated in the Valle d'Itria (Itria Valley), whose main centres are Alberobello and Martina Franca. The Alta Murgia extends over a 90.000 hectares between the Adriatico Coast and the mountains of Basilicata.



L’Alta Murgia, già definita “un grande mare di pietra che vive”, è una terra la cui più grande ricchezza è lo spazio interminabile, infatti comprende le così dette Murge occidentali, dove si notano le quote più elevate dell’intero rilievo e, nel settore meridionale, le Murge non superano i 550 m di quota. L’alto piano si dispiega in una successione di depressioni, colline, scarpate, lame e rocce calcaree e calcareo – dolomitiche cretacee, sulle quali poggiano lembi di sedimenti marini. L’Alta Murgia viene considerata l’area steppica (cioè una zona con bassa precipitazione) più estesa del territorio italiano.Oltre 30.000 ettari risultano coltivati a grano, foraggio, olivo, vite e mandorlo. Presenti anche 11.000 ettari di bosco ceudo (cioè piante soggette a taglio periodico) con Roverella, fragno, coccifera, leccio, cerro, farnetto, quercia spinosa e vallonea. Il paesaggio è contraddistinto da una spoglia vegetazione, ma allo stesso tempo, variegata; i pascoli che a prima vista potrebbero apparire aridi e pietosi in realtà presentano vegetali: potremmo trovare piccoli paesaggi con muschi e licheni, zone con varie specie di graminacee, ferule e asfodeli (lutea) e all’ombra di lecci e cerri un sottobosco rappresentato da cespugli di rosa canina e biancospini. In questa terra vengono coltivati asparagi, lampascioni e funghi cardoncelli. Per quanto riguarda la fauna prevalgono specie nidificanti quali: la calandra, la calandrella, l’occhione e lo zigolo capinero.Molta importanza hanno anche i rapaci: il gheppio, la poiana e il grillaio (falco naumanni). Quest’ultimo è una specie tipica dell’area murgese e quindi l’unica di tutta l’Italia peninsulare. Ci sono varie specie di anfibi e rettili: il geco e il columbro che sono rettili presenti solo nella murgia, il rospo comune, il tritone italico, la rana verde, la vipera, il ramarro e la lucertola campestre. Tra i mammiferi troviamo: la volpe, la faina, la lepre e il riccio.

It was defined "a large living stone sea"; the highest relieves are in the Western Murgia, while the South Murgia is not higher than 550m. The Alta Murgia is considered the largest steppe area (that means an area where it rarely rains) in Italy. The landscape is mostly stony and the vegetation consists of shrubs. 30.000 hectares are cultivated (wheat, forage, olive trees, vine and almond trees). There are 11.000 hectares of coppice (wood whose trees are periodically cut)) where you can see several species of oaks: Quercus ilex, (Ilex), Quercus cerris (Turkey oak), Quercus farnetto, Quercus coccifera, Quercus aegilops (valonia oak) and other trees. The vegetation is not rich but among the stones you can find a variety of plants: there are mosses and lichens, gramineae, asphodels; in the shadow of ilexes and oaks there is a rich underwood made of wild roses and hawthorns. In this soil, asparagus, "lampascioni" ( a typical edible bulb) and cardoncelli mushrooms are cultivated. In the depressions there are thorny plants as the euphorbia and herbs such as thyme and wild thyme. In spring and summer you can see wild orchids and many other coloured flowers. Many animals live in this area. especially birds (wood larks and others) and birds of prey like kestrels, buzzards (Buteo buteo L.), and the "grillaio"(Falco naumanni) , a kind of hawk that lives in this area only. There are amphibious and reptiles: the gecko (Gymnodactylus kotschyi), the coluber (Coluber gemonensis) which can only be found in the Murgia, but also toads (Bufo vulgaris), newts (Salamandrina terdigitata), frogs (Rana agilis), vipers (Vipera ammodytes). There are also mammals such as foxes (Vulpes vulpes), hares (Lepus europaens), martens (Mustela faina) and hedgehogs (Erinaceus europaens).

 

gli autori del lavoro: 1A 2005-06

 

 

Dati questionario ambiente - Ergebnisse des Fragebogens über Umwelt- Questionnaire about environment

I nostri alunni, contemporaneamente ai loro colleghi tedeschi e polacchi, hanno risposto in dicembre alle domande di un questionario sull'ambiente. Eccovi i risultati:

Unsere Schüler haben im Dezember wie ihre deutschen und polnischen Kollegen ein Formular zum Thema Umwelt ausgefüllt. Hier findet ihr die Ergebnisse:

Our pupils, together with their German and Polish mates, were given a questionnaire about the environment. Here are their answers (the results):

 

 


 

grafico02

grafico03


grafico04

grafico05


 

grafico06

grafico07


 

grafico08a

grafico08b


garfico09

grafico10


grafico11

grafico12


grafico13

grafico14


grafico15

 

Comenius: le scuole partner di Weener e Elk in visita

 

Il nostro istituto è stato felice di accogliere le due delegazioni delle scuole partner Weener e Elk composte da docenti ed alunni nella settimana dal 14 al 18 novembre.
Durante i cinque giorni di permanenza nella nostra città si sono incontrati con i colleghi e gli studenti della nostra scuola per pianificare le attività del presenta anno scolastico e per approfondire la conoscenza del nostro sistema scolastico.

 



Unsere Schule hat vom 14. bis zum 18. November mit großer Freude die Delegationen der Partnerschulen aus Weener und Elk empfangen. Im fünftägigen Aufenthalt in Acquaviva haben sie Lehrer und Schüler unseres Instituts getroffen, um die Aktivitäten in diesem Projektjahr zu besprechen und die Erkenntnisse über unser Schulsystem zu vertiefen.