I ragazzi incontrano la famiglia di Michele Fazio

Incontro con Lella Fazio - BariPON C3 Le(ga)li al sud , accompagnati dai docenti tutor,  sono stati in visita ad un "bene liberato" nel quartiere di Bari vecchia. Il locale è oggi sede di Libera - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie e si trova nella piazzetta dove nel 2001 è stato ucciso per errore Michele Fazio, un giovane 15nne del quartiere.

Oltre alla visita al bene e ad aver assistito alla presentazione delle attività di Libera abbiamo incontrato la mamma di Michele. La signora Lella ha narrato nei dettagli la successione degli eventi della disgrazia e come da questa tragedia è nato in lei e nella sua famiglia il coraggio di impegnarsi in prima persona nella lotta alla mafia, abbandonando gli atteggiamenti omertosi che sino ad allora avevano caratterizzato i rapporti con gli eventi delittuosi di Bari vecchia.

Ma la famiglia Fazio è andata ben oltre la ricerca della giustizia e l'impegno nella legalità, sono riusciti a trasformare il male in bene. Dotati di grande fede, non solo hanno perdonato i giovanissimi esecutori materiali dell'omicidio, ma si sono spinti nella costruzione di una società migliore anche attraverso il recupero di coloro che erano caduti nell'abisso della criminalità. Con i soldi raccolti in occasione della morte del figlio, infatti, hanno sostenuto un fondo per il recupero di ex-carcerati contribuendo direttamente al cambiamento.